Floridia 2minutesweb.com 22/12/ 2016

2minutesweb.com 22/12/ 2016 Gaetano Indomenico: “Gettiamo le basi per un film che racconti la migrazione, il Connecticut, la Terra “. Nasce un accordo locale fra artisti.

tata-indomenico

Un lungometraggio che profuma di tradizioni, usanze, “ferite” di Floridia e Sicilia. L’anima dell’iniziativa promana da Gaetano Indomenico,

che con la sua sensibilità, è riuscito a coagulare l’interesse di artisti e sceneggiatori. Il tutto, tratteggiato in chiaroscuri caravaggeschi che il team di giovani attori, filmaker, registi e tecnici stanno pazientemente dipingendo per gettare un solido ponte fra le città sorelle, Hartford innanzitutto. Franco Torneo si occuperà della stesura dei dialoghi e delle scene. Peppe Tata si dedicherà alla sezione tecnico-fotografica, alla sceneggiatura e alla scelta delle location. Il film punterà al sentimento del migrante, alla “saudade” per la terra natìa. “Parleremo di Giustizia – ha detto in questa anteprima, Ciccio Torneo -, poiché solo attraverso le buone intenzioni la nostra terra potrà avere la “giusta giustizia”. La trama è abbozzata, attinge a fatti leggendari, probabilmente verificatisi. I dialoghi saranno scritti anche grazie alla professionalià di Nino Trani, che aveva collaborato alla stesura del “Prato dei Sogni”, con lo stesso Gaetano Indomenico.

indomenico-torneo

“Raccontiamo una persona dai grandi valori morali – affermano -. L’idea nasce da una vicenda “noir” databile intorno al 1850. Un imprenditore, un self-made-man, avrebbe infastidito qualche nobile dell’epoca con una sua scalata sociale non proprio ortodossa.  Venne ucciso per questo suo ardire e le conseguenze di tale barbaro atto gettano le basi vere della storia”.

Oggi, in buona sostanza, si sono concretate le fondamenta per una vicenda importante, l’avventura di un gruppo di uomini che ha deciso di raccontarsi e leggere fra le pietre della nostra terra, dei campi bagnati dal sudore del lavoro. Per Ettore Indomenico è un progetto filmico da condividere tra i floridiani del mondo. E’ latore di buoni sentimenti, rinsalda i valori della floridianità e della migrazione senza fine. ”Il progetto, secondo mio fratello Gaetano, deve coinvolgere i floridiani per ricordare le vittime del malessere della nostra terra. E’ un atto d’amore”.  Il film sarà realizzato con un cast floridiano e ciò potrebbe dare un ulteriore spunto morale, insieme ai capisaldi della compagnia teatrale Iris.

 Roberto Rubino