HARTFORD: “WORLD AFFAIRS COUNCIL OF CONNECTICUT” L’ASSOCIAZIONE PULISENA INCONTRA L’AMBASCIATORE ITALIANO NEGLI STATES VARRICCHIO

La settimana scorsa abbiamo avuto l’onore di accogliere l’ambasciatore italiano negli Stati Uniti, sua eccellenza Varricchio, ad Hartford.

Nella foto, da sinistra a destra, Paul Pirrotta, Sal Campailla, Ettore Indomenico, l’ambasciatore Varricchio, Gaetano Indomenico e Umberto Ossino.
Una grande soddisfazione per  nioi, poter incontrare ed accogliere il più alto rappresentante del governo italiano negli Stati Uniti.

Poul Pirrotta

SAL ROMANO RINGRAZIA PEPPE TATA PER AVERGLI FATTO RIVIVERE GLI ANNI DEL “BIG CIURIDDIA”!

19Un’attestaziome di stima, da parte di Sal Romano, a Peppe Tata che con la sua anteprima ” The Big Ciuriddia ” ha fatto rivivere la Floridia a tanti Floridiani che sono ad Hartford ormai da anni facendoli commuovere.
Un fatto che ci spinge ad andare avanti nei nostri fini sociali.

GRAZIE SAL !

HARTFOR: INCONTRO, AL PALAZZO DI CITTA’, TRA I SINDACI DELLE CITTA GEMELLE HARTFORD E FLORDIA

Hartford: Incontro ufficiale tra la delegazione Floridana,e il sindac di Hartford, Al Palazzo di Città  oggi un degli incontri più significativi di questo 30° Anniversario del Gemellaggio,
quello tra il Sindaco di Hartford Luke Bronin ed il Sindaco di Floridia Gianni Limoii che guida la delegazione flordiana, (Foto e Commento Roberto Adorno)
#hartford #connecticut #floridia#30anniversariogemellaggioflordiaharford#associazioneculturalepulisena #comunedifloridia
 — con Roberto AdornoGiovanni LimoliGaetano IndomenicoEttore Indomenico e Luke Bronin.

ROCKY HILL: CENA DI GALA AL RISTORANTE “CASA MIA”, OFFERTA DALLA FAMIGLIA INDOMENICO.

AGAETANOGAE

NEW YORK: L’ASSOCIAZIONE CULTURALE PULISENA FLORIDIA, CON LA DELEGAZIONE DEL 30° GEMELLAGGIO FLORDIA-HARTFORD, ALLE CELEBRAZIONI DEL COLUMBUS DAY

TELESTARTV: VIDEO Notizia “Associazione Culturale Pulisena” TG Star del 2 OTTOBRE 2017

2minutewsweb: FLORIDIA: ETTORE INDOMENICO, PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE PULISENA, A NEW YORK PER IL COLUMBUS DAY

Il presidente, Ettore Indomenico, al Columbus Day

Lunedì 9 Ottobre 2017 il nostro presidente, Ettore Indomenico, parteciperà alla tradizionale  sfilata per le strade di New York, in occasione del Columbus Day, una festa molto sentita dagli italiani in America.

Il Columbus Day è stato celebrato per la prima volta da italiani a San Francisco nel 1869, seguendo celebrazioni italiane di New York.( Per approfondire Columbus Day) .

La presenza di Indomenico sarà l’occasione  per divulgare il nostro progetto negli USA, alla ricerca di supporto e di sostenitori.

Al suo fianco il fratello Gaetano, che gli metterà a disposizione tutte le sue conoscenze e la sua positività .

Ma gli impegni del nostro presidente non si limitano a questo, ci sono altri due
eventi altrettanto importanti a cui dovrà partecipare.

Il primo riguarda la presentazione dellopera di uno dei nostri co-fondatori, il
film documentario intitolato “The Big Ciuriddia” di Giuseppe Tata.

Nel rispetto dello spirito con cui è nata l’Associazione Culturale Pulisena, non poteva mancare un nostro rappresentante a testimoniare la validità della divulgazione
culturale operata da Giuseppe Tata col suo documentario.

Il film sarà presentato in anteprima a tutta la comunità floridiana presente ad Hartford.
Il secondo evento ha come soggetto il 30° anniversario del gemellaggio tra Floridia ed Hartford che sarà esaltato dalla presenza di una delegazione di floridiani guidata dal Sindaco di Floridia dott .Gianni  Limoli.

Per tutta la durata della permanenza della delegazione si susseguiranno varie cerimonie avranno come obiettivo il rinnovo della celebrazione del gemellaggio.

“L’Associazione Culturale Pulisena” sponsor del documentario ” THE BIG CIURIDDIA”.

Il progetto, tuttora in produzione, vuole raccontare attraverso la storia del Floridia Calcio degli anni ’60, l’innocenza di uno stile di vita semplice ma ricco di valori quale era quello di quegli anni, che contrasta l’insorgere di quell’appiattimento odierno generato dalla globalizzazione.

Attraverso uno stile reportagistico fatto anche di interviste, il film fa emergere la malinconica e poetica figura dell’emigrante, detentore di quel sentimento antico che è il senso di appartenza alla propria terra natia.
Le riprese del documentario sono iniziate nel 2012, in Connecticut negli Stati Uniti. Dopo un lavoro di riorganizzazione del materiale americano, la crew si è rimessa a lavoro e al momento è iniziata la pre-produzione della parte italiana che interesserà il nostro territorio: Floridia.

Le riprese sono iniziate a Maggio e sono state fatte diverse trasferte, una a Cefalù, una a Taranto e l’ultima a Milano, ovvero in quelle città dove ad oggi risiedono alcuni dei giocatori che hanno fatto grande il Floridia Calcio.

Giorno 13 Ottebre al “” Rocky Hill School Auditorium ” di Hartford – Connectcut (USA) sara proiettata un’anteprima del documentario.

Melbourne: Attestazione di stima ad Ettore Indomenico Presidente dell’Associazione Culturale Pulisena da parte del Signor Sebastiano Motta

Sebastiano Motta Comitato Australia

Chissà, forse è proprio così, e non possiamo farci niente: noi siciliani c’è l’abbiamo nel sangue, ovvero ci appassioniamo quando si tratta di tramandare episodi inerenti alla nostra cultura,

E’ il nostro modo di essere, un tantino orgogliosi, per tutto quello che riguarda il nostro passato sia nel bene che nel male, in quanto, racconta semplicemente i fatti di chi siamo noi siciliani oggi,

Ultimamento ho avuto il piacere di incontrare il signor Ettore Indomenico di Floridia (SR), in visita in australia, e quelle sue parole fondate fammo subito scattare una scintilla in me.

Insieme al fratello che vive in america, Gaetano Indomenico, stanno lavorando con ardore su un progetto decisamente ambizioso ma indubbiamente nobile,

Si sono presi a cuore un tragico episodio avvenuto verso la fine dell’ottocento a Floridia dove prevale un’ingiustizia inconfutabile e dopo parecchi anni salta fuori la verità grazie alla testimonianza inconvertibile di uno dei protagonisti di questa vicenda,

Sia Gaetano che Ettore, in compagnia di altri collaboratori illustri (fra stati uniti ed Italia) stanno cercando di ricostruire in modo esatto gli eventi di  qesta drammatica cronaca e ne vogliono addirittura tramutando in lungometraggio.

So che tutto è ancora in stato embrionale.

Non sono ancora state istituite “pagine” sui “social media” ma si stanno formando comitati per la raccolta di fondi sia negli USA che in Australia, che verranno poi amministrate con severità “dall’Associazione Pulisena” che coordinerà appunto questo interessantissimo progetto,

Questa iniziativa inotre, e questo va sottolineato, regala a tutti i floridiani e/o simpatizzanti la rara opportunità di far parte di un nuovo capitolo di storia della nostra regione, di essere appunto, un tantino più orgogliosi di sentirsi siciliani.

In attesa di nuove buone da parte degli organizzatori noi floridiani di Melbourne accogliamo questa iniziativa a braccia aperte.

Sebastiano Motta

Nel 30° Anniversario del Gemellaggio tra Florida-Hartford Nasce L’associazione Culturale Pulisena

L’Associazione Pulisena nasce dall’incontro di alcune persone che, nonostante ruoli e professionalità molto diverse tra loro, avevano la stessa voglia di mettersi in gioco per avviare un progetto da condividere con tutta la città di Floridia.

Lo scopo dell’associazione è quello di promuovere la cultura in tutte le sue forme, ma con particolare attenzione al Teatro ed al Cinema.

Per far sì che le persone possano assimilare l’importanza della cultura abbiamo pensato che oltre ad essere semplici spettatori sarebbe stato fondamentale far partecipare le persone stesse alla realizzazione di un evento culturale, così abbiamo avviato un primo progetto per sperimentare quanto da noi immaginato.

Il primo progetto è ambizioso perché intende coinvolgere tutta la città nella realizzazione di un film.

Le persone che hanno deciso di dare vita a questo progetto, e che hanno fondato l’Associzione Pulisena, sono le seguenti :

Gaetano Indomenico (Presidente onorario)

Ettore Indomenico (Presidente)

Giuseppe Tata

Francesco Torneo

Raffaele Trani

Paul Pirrotta

Joe Mioli

DeLuca Vincenzo

 

Floridia 2minutesweb.com 22/12/ 2016

2minutesweb.com 22/12/ 2016 Gaetano Indomenico: “Gettiamo le basi per un film che racconti la migrazione, il Connecticut, la Terra “. Nasce un accordo locale fra artisti.

tata-indomenico

Un lungometraggio che profuma di tradizioni, usanze, “ferite” di Floridia e Sicilia. L’anima dell’iniziativa promana da Gaetano Indomenico,

che con la sua sensibilità, è riuscito a coagulare l’interesse di artisti e sceneggiatori. Il tutto, tratteggiato in chiaroscuri caravaggeschi che il team di giovani attori, filmaker, registi e tecnici stanno pazientemente dipingendo per gettare un solido ponte fra le città sorelle, Hartford innanzitutto. Franco Torneo si occuperà della stesura dei dialoghi e delle scene. Peppe Tata si dedicherà alla sezione tecnico-fotografica, alla sceneggiatura e alla scelta delle location. Il film punterà al sentimento del migrante, alla “saudade” per la terra natìa. “Parleremo di Giustizia – ha detto in questa anteprima, Ciccio Torneo -, poiché solo attraverso le buone intenzioni la nostra terra potrà avere la “giusta giustizia”. La trama è abbozzata, attinge a fatti leggendari, probabilmente verificatisi. I dialoghi saranno scritti anche grazie alla professionalià di Nino Trani, che aveva collaborato alla stesura del “Prato dei Sogni”, con lo stesso Gaetano Indomenico.

indomenico-torneo

“Raccontiamo una persona dai grandi valori morali – affermano -. L’idea nasce da una vicenda “noir” databile intorno al 1850. Un imprenditore, un self-made-man, avrebbe infastidito qualche nobile dell’epoca con una sua scalata sociale non proprio ortodossa.  Venne ucciso per questo suo ardire e le conseguenze di tale barbaro atto gettano le basi vere della storia”.

Oggi, in buona sostanza, si sono concretate le fondamenta per una vicenda importante, l’avventura di un gruppo di uomini che ha deciso di raccontarsi e leggere fra le pietre della nostra terra, dei campi bagnati dal sudore del lavoro. Per Ettore Indomenico è un progetto filmico da condividere tra i floridiani del mondo. E’ latore di buoni sentimenti, rinsalda i valori della floridianità e della migrazione senza fine. ”Il progetto, secondo mio fratello Gaetano, deve coinvolgere i floridiani per ricordare le vittime del malessere della nostra terra. E’ un atto d’amore”.  Il film sarà realizzato con un cast floridiano e ciò potrebbe dare un ulteriore spunto morale, insieme ai capisaldi della compagnia teatrale Iris.

 Roberto Rubino

Hartford. Gaetano Indomenico

2minutesweb.com 14 Novembre 2016 – Hartford. Gaetano Indomenico: “In America, il politico che dice bugie, perde” Gaetano Indomenico

Un corrispondente particolare, l’imprenditore Gaetano Indomenico, floridiano illustre, traccia il quadro di quanto è accaduto, succede e si prospetta per l’America che viene. E lo fa direttamente dal Connecticut. La sua analisi su Trump accomuna tanti americani.

“Non sappiamo quali siano le sue capacità nella vita politica – esordisce -. Fare l’imprenditore è una cosa, il politico è un’altra storia. Tuttavia Donald Trump ha mostrato grandi capacità, soprattutto all’inizio della campagna elettorale, quando in pochi credevano che egli potesse riuscire. Invece ha mostrato di saperci fare e il popolo americano è fiducioso che riuscirà nel suo compito. Sui disordini innescati da alcune classi sociali, Indomenico approfondisce: “A mio avviso è come quando si perde una partita di calcio: chi perde nutre rabbia, spesso non sa farsene una ragione, credo che quanto prima i disordini saranno finiti”

Trump e gli immigrati irregolari: “Affiora un senso di paura fra le famiglie che da anni sono in America. Tuttavia le persone che stanno illegalmente sul territorio, non è giusto protestino – dice -. A mio avviso Trump è sulla strada giusta: sostiene che queste persone portino problemi di vario tipo e, in più, non pagano le tasse. In seguito costoro potranno pure rientrare sul suolo statunitense, ma facendo regolare domanda. In questo modo la questione, gradualmente, si sistemerà. Ripeto, non è giusto che gli irregolari non paghino le tasse”. “Una nazione senza confini non è una nazione”, così suole ripetere il neopresidente. E siamo molti a pensarla in questo modo. Nei sondaggi non tutti hanno detto di votare per Trump, ma alla fine hanno scelto”. Indomenico focalizza un concetto basilare per gli americani: “Se in America un politico si comporta in modo disonesto o dice bugie, quella persona ha perso”.

I sondaggi smentiti dai fatti sono spiegati così: “Su questo sono convinto che i media e i giornalisti abbiano fatto un gioco sporco e che i sondaggi non siano stati realistici. Qualcosa non ha funzionato nel modo giusto. Per una ragione o per un’altra hanno aiutato Clinton, forse qualcuno aveva paura di perdere il proprio posto di lavoro”. Indomenico è stato intervistato da network nazionali e internazionali per la sua storia di fatica e successo. Migrante della prima generazione, ha saputo affrontare le avversità del “nuovo mondo”, riuscendo a materializzare quel sogno che ha spinto i nostri padri a imbarcarsi verso la Statua della Libertà.

 Roberto Rubino

Indomenico: “In America, a politician who tells lies, loses the game”

Hartford. A particular correspondant, the businessman Gaetano Indomenico, describes what has happened, what’s happening, and the future scenery for America. One of the most famous floridian in U.S speaks directly from Connecticut. His analysis about Trump is shared by many citizens. “We couldn’t know anything about his skills in the political life at the beginning -. To be an entrepreneur is different than making politics. In my opinion, Donald Trump, showed great skills, especially at the beginning of the election campaign, when few people believed he could succeed in winning. He gave the impression to be able in handling the pressure and now American people are confident that he will do his duty. About riots, Indomenico says: “In my view it’s like when you lose a football match: loser feels anger, often does not know how to lose. I think that riots will be over”. Trump and illegal immigrants: “There is a sense of fear among the families who for years have been in America, but they are not legal. I think it is not right to protest – says -. I believe he’s on the right track: Trump says that these people bring problems, do not pay taxes. They can try to come in by regular application: only in that case they can cross the borders. Everyone here pays taxes, it’s a great mistake don’t pay taxes. And a nation without borders is not a nation”. And what about polls? “We have thought that journalists and televisions made a “dirty game”. Those polls weren’t realistic. For some reason someone was afraid of losing a job. It was clear that information helped Clinton. When the electors had to vote, they chose the right thing. You can’t forget what is really important for us: if a politician behaves dishonestly or tells lies, that person has lost”. Indomenico was interviewed by international networks for its history of hard work and success. The “first generation migrant”, has been able to face the adversities of the new world, managing to materialize that dream that drove our ancestors to embark towards the Statue of Liberty.

 Roberto Rubino

Canicattini Bagni: Intitolata una Via alla prima donna sindaco di Hartford “Ann Antonia Uccello”

AssPulisena Pirrotta_Amenta_Segarra_Uccello

IL 3 Luglio 2016 al Museo Tempo di via XX Settembre 32 – via De pretis 18, e successivamente in via Tasso, che da domenica diventa “via Ann Antonina Uccello”, che l’Amministrazione comunale ha voluto intitolare alla 93enne Antonietta “Ann” Uccello, figlia di emigranti canicattinesi in America, che nel 1967, dopo la laurea, divenne la prima donna Sindaco della capitale del Connecticut, Hartford, dov’è presente una folta comunità di canicattinesi.

Subito dopo ci si sposterà in quella che era via Tasso (una traversa della centralissima via Vittorio Emanuele) per l’inaugurazione e la nuova intitolazione in “via Ann Antonina Uccello – Concittadina illustre, prima donna Sindaco di Hartford (Usa)” Come già annunciato lo scorso anno dal Sindaco Paolo Amenta, in occasione della presentazione al Museo Tempo del libro di Paul Pirrotta, presidente della “Canicattinese Men’s Society” di Hartford, “Hartford Ma- yor Ann Uccello – A Connecticut Trailblazer”, dedicato proprio all’ex Sindaco, il Comune di Canicattini Bagni ha voluto rendere omaggio a questa concittadina illustre, che per due mandati ha guidato la città di Hartford (1967-1969), prima donna ed ultima repubblicana a ricoprire questa carica, e che poi ricoprì anche importanti incarichi nelle amministrazione dei Presidenti Richard Nixon, Gerarld Ford e Jimmy Carter.

In via Tasso, sono le origini della famiglia di Ann Uccello, dove il padre falegname aveva abitazione, nella quale, l’ex sindaco di Hartford, da piccola, portata dall’America dov’era nata, ha abitato per un paio d’anni ha assieme alle sue quattro sorelle, per curare una brutta allergia. Una decisione, quella dell’Amministrazione comunale, che lo scorso anno, a settembre, il Sindaco Paolo Amenta in occasione del suo viaggio ad Hartford per il trentennale della costituzione della “Canicattinese Men’ s Society”, presente anche il Sindaco della città, Pedro Segarra (nel 2013 ospite a Canicattini Bagni), ha trasferito alla Signora Ann Uccello, emozionata e riconoscente per l’importante riconoscimento.

Domenica il primo appuntamento per ricordare la figura di “Ann Antonina Uccello” sarà alle ore 18:00 al Museo Tempo di via XX Settembre 32 – via De Pretis 18, dove interverranno: Paolo Amenta – Sindaco di Canicattini Bagni; Salvatore Petruzzelli – Ricercatore Museo Tempo; Paul Pirrotta – Presidente della “Canicattinese Men’ s Society” di Hartford.

Subito dopo ci si sposterà in quella che era via Tasso (una traversa della centralissima via Vittorio Emanuele) per l’inaugurazione e la nuova intitolazione in “via Ann Antonina Uccello – Concittadina illustre, prima donna Sindaco di Hartford (USA)”